Come arredare l’ufficio: tutto quello che serve

Cambiano i tempi, e cambiano anche gli uffici. Se prima l’ufficio era un luogo chiuso, quasi austero, da arredare in maniera “pomposa”, sfarzosa, con grandi scrivanie ed elementi in legno a comunicare potere e prestigio, oppure in plastica e metallo a trasmettere efficienza e praticità, oggi siamo su ben altre dimensioni.

L’ufficio è sempre più concepito come luogo in cui esprimere la propria personalità, o quella dell’azienda: in molti casi si tratta di open space con ampie vetrate, in certi casi sono veri e propri spazi condivisi (pensiamo ai coworking); nelle aziende più tecnologiche e all’avanguardia, si parla addirittura di home office (pensiamo agli uffici di Google).

Qualsiasi sia la natura del nostro ufficio, ci sono almeno tre tipologie di elementi che ne costituiscono carattere fondante, che vanno scelti con cura, per almeno due motivi

  • creare un ambiente confortevole in cui si può lavorare con maggiore produttività e serenità;
  • trasmettere a clienti e collaboratori l’approccio e la mentalità dell’azienda,

Ecco una serie di idee e indicazioni per arredare il vostro ufficio in modo originale e creativo.

Scegliere la scrivania per la zona ufficio

La scrivania è l’elemento fondante di un ufficio. Non esiste zona di lavoro senza scrivania. Le scrivanie moderne e di tendenza tendono ad essere in vetro: la scelta di solito ricade su questo tipo di modello perché unisce eleganza e modernità, trasmettendo un’idea di futuro. Altrimenti potete optare per il legno, ma solo in caso di arredamento stile “shabby” o arte povera. Non usate legni pregiati: spenderete di più e darete un senso di “vecchiume”. Se l’ufficio è particolarmente creativo, come un’agenzia o uno studio di designer, potete anche pensare a scrivanie colorate: occhio però con i colori! Ricordatevi che i colori troppo accesi stancano la vista, risultando controproducenti.

infabbrica-scrivania-ufficio-arte-povera

Sedie e poltrone

Scelta la scrivania, dovete occuparvi delle sedute. Anche in questo caso, tipologie diverse di sedie comunicano un’immagine differente. Sedie di colorate in plastica possono essere simpatiche e giocose, e molto adatte per uno studio creativo. Poltrone in metallo cromato e pelle invece si adattano meglio ad uno studio di architetti o commercialisti, oppure a uffici manageriali. Ricordatevi, in ogni caso, che sia voi che i vostri ospiti devono essere comodi…quindi si allo stile e alla creatività, ma date sempre la precedenza alla comodità e alla giusta postura.

infabbrica-arredamento-ufficio-poltrone

Personalizzare l’ufficio con i complementi d’arredo

In ultimo, dovete occuparvi dei complementi da ufficio. Ogni ufficio dovrebbe avere almeno una cassettiera o una libreria per riporre carte, documenti, libri e tutto ciò che è funzionale al lavoro di tutti giorni. Anche in questo caso, è fondamentale abbinare cassetti e ripiani con la scrivania. e funzionale occorre una cassettiera o una libreria con scaffali liberi e chiusi, per poter riporre le proprie cose, i progetti realizzati e i vari documenti. Aggiungete un cestino per gettare via le scartoffie, e altri portaoggetti per penne e cartoleria varia. Non dimenticate lampade e abat-jour che possono sempre essere utili in giornate particolarmente uggiose, oppure se dovete fermarvi in ufficio fino a tardi.

infabbrica-arredare-ufficio-lampade

E voi, come avete arredato il vostro ufficio?

Credits: infabbrica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>