Alcuni pratici consigli per illuminare la tua casa.

pratici consigli per l'illuminazione della tua casa

Conferire la giusta illuminazione alla tua casa può sembrare di primo acchito un gioco da ragazzi, in realtà è un’attività complessa da non sottovalutare e per cui è meglio affidarsi ad alcuni pratici consigli. Per avere la perfetta illuminazione che possa creare la giusta atmosfera e valorizzare l’arredamento è necessario studiare un buon progetto.

La luce infatti è un elemento di grande importanza in ogni ambiente: un appartamento luminoso sembra più ampio e fa sempre un’impressione migliore, sia in chi ci abita che in chi lo visita.

Per la buona riuscita dell’illuminazione della tua casa, è necessario innanzitutto tenere a mente questi primi basici consigli:

  • Bisogna coniugare l’aspetto pratico, creando l’illuminazione adeguata ad ogni stanza in modo che sia funzionale a seconda delle attività che vi si svolgono, con l’aspetto estetico, così da valorizzare l’arredo.
  • Lampade e lampadari devono essere in stile con l’arredamento, perché i complementi d’arredo vengono sì scelti dopo gli elementi di mobilio più importanti, ma sono parimenti importanti per la buona riuscita dell’armonia dell’arredo.
  • Un errore molto comune è quello di non valutare con attenzione la potenza delle lampadine che si intende utilizzare, mentre invece è un elemento di cui tenere conto: le lampadine a temperatura di colore bassa sono più calde, con una tonalità tendente al giallo, e creano quindi un’atmosfera più intima e avvolgente. Le lampadine a temperatura di colore alta, al contrario, fanno una luce bianca o in alcuni casi tendente all’azzurrino (come il NEON e il LED), più indicata nei contesti in cui è necessario vedere bene, come la cucina o la sala da pranzo. Inoltre le luce fredda da una maggiore sensazione di pulizia, ed è quindi maggiormente usata in bagno.
  • Tenere conto del colore delle pareti: un ambiente più scuro ha bisogno di più punti luce per essere valorizzato.
  • Utilizzare più fonti di luce in una stessa stanza. Ogni stanza risponde a uno o più bisogni diversi, e richiede quindi diverse fonti di luce. Soprattutto è bene dotare la tua casa di un buon equilibrio tra un’illuminazione diretta e indiretta. Per luce diretta si intende una luce che viene dall’alto, come quella di lampadari e faretti, mentre quella indiretta illumina dal basso verso l’alto, come le lampade da tavolo.

Come abbiamo visto, la cosa più importante da tenere a mente nel nostro progetto per l’illuminazione della casa è la destinazione d’uso di ogni stanza: dobbiamo studiare ad hoc diversi tipi di illuminazione  a seconda delle attività che svolgiamo in ogni ambiente. La luce dell’ingresso sarà certamente differente da quella che serve in cucina o nello studio, e spesso in ogni stanza si svolge più di un’azione, per cui deve essere predisposta la corretta illuminazione. Prendiamo per esempio il salotto, un’ambiente molto versatile: sarà necessaria una luce diretta per quando riceviamo gli ospiti, una luce tenue che non appesantisca la vista mentre guardiamo la TV e una luce più forte per quando leggiamo un libro.

Ecco perché ci sembra più pratico darti utili consigli per l’illuminazione della tua casa considerando le stanze una per una, incominciando dall’ingresso fino ad arrivare al bagno.

Ingresso

L’ingresso è la prima stanza che si vede entrando, quella che genera la prima impressione sull’accoglienza della casa. E’ quindi necessario che sia ben illuminata, con una luce chiara e luminosa. L’ideale sono dei faretti al NEON oppure una serie di tre lampade a sospensione da collocare una vicina all’altra, dallo stile moderno, come per esempio la Iguazù, in bellissimi pendenti in cristallo racchiusi da un vetro in pyrex, o la Flam, dalla linea lineare e pulita.

Iguazù, lampada a sospensione per l'illuminazione della tua casa

Flam, lampada a sospensione ideale per l'ingresso

Soggiorno

Il soggiorno è la stanza più complessa da illuminare per la sua natura versatile. Nel soggiorno si chiacchiera con gli amici, si legge un libro, si guarda la TV, e a volte, se si tratta di un ambiente unico con la sala da pranzo, si cena. Per questo per un’illuminazione ottimale è bene prevedere diverse fonti di luce che possano rispondere bene alle diverse funzioni.

Tra i divani e le poltrone deve trovare posto una piantana per permettere una buona illuminazione quando si legge. L’ideale sarebbe se l’intensità della luce fosse regolabile per permettere una luce più soffusa a far da sfondo quando si guarda la TV, in modo da non infastidire eccessivamente la vista.

Una bella lampada da terra dallo stile classico che si addice a ogni ambiente è la Shade T, con il paralume in tessuto bianco o marrone.

Una lampada da terra a piantana per illuminare l'angolo divano e poltrone

Per creare un buon punto luce l’ideale sono delle mensole luminose, di cui trovi una selezione interessante nel nostro catalogo. Immaginati che bell’effetto farebbe la tua collezione di libri e soprammobili in una cornice luminosa!

Una buona idea potrebbe essere quella di valorizzare un quadro o un complemento d’arredo con un faretto collocato ad hoc nel punto giusto, per esempio il Galeria Remus.

Lampada a Led

Cucina e sala da pranzo

In cucina è essenziale illuminare i piani da lavoro, collocando delle luci bianche sotto i pensili. Sopra il tavolo non può mancare una luce diretta che scenda dal soffitto, come una plafoniera o ancora meglio una lampada a sospensione. L’ideale è che la luce scenda sul tavolo fino a 120 cm dal tavolo, così da permettere che l’intero tavolo e tutti i commensali siano illuminati alla perfezione.

Tra le lampade a sospensione un esempio di classe è la Cylinder. Il vetro bianco aiuta a creare un’atmosfera luminosa.

Cylinder, lampada a sospensione

L’illuminazione della sala da pranzo potrebbe essere arricchita da  una lampada da parete di design, come la Clip, moderna e ricca di stile, disponibile in bianco, argento, oro e cromo.

Clip, lampada in metallo da parete

Camera da letto

Le luci essenziali in una camera da letto sono tre: una centrale per illuminare l’intera stanza, e due luci per i comodini. E’ importante prevedere degli interruttori comodi da cui poter spegnere le luci anche quando si è già a letto. Un’utile illuminazione aggiuntiva potrebbe essere collocare una luce a LED all’interno dell’armadio o dei cassetti.

Lampada a led per mobili e cassetti

Nella camera dei bambini è preferibile evitare le abat-jour, che possono essere rovesciate facilmente giocando.

Bagno

Nel bagno trova una naturale collocazione uno specchio con luce alogena integrata, in modo da vedersi perfettamente mentre ci si guarda allo specchio, mentre ci si rade la barba o ci si trucca.

Illuminazione casa:: uno specchio con luce integrata per il bagno

Anche la luce centrale deve essere una luce a temperatura tendente al freddo, per illuminare bene e per dare l’impressione di un ambiente pulito.

Hai trovato utili i nostri consigli per illuminare la tua casa? Scrivi pure la tua opinione nei commenti.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>