Come pulire i tavoli in vetro senza lasciare aloni

I tavoli in vetro possono diventare un potente alleato quando si deve arredare una casa piccola, ma non solo. I tavoli in vetro possono fare anche la felicità di chi desidera la massima eleganza, così come di chi è in cerca di una soluzione alternativa alle scelte più ovvie.

Ma ogni situazione è adatta ad accogliere un tavolo in vetro? E poi, non sarà troppo fragile? O ancora: come faccio a pulire i tavoli in vetro senza lasciare aloni?

Ecco di seguito le risposte!

tavolino in vetro curvato
Tavolino da salotto in vetro curvato Dharma

Tavoli in vetro: perché preferirli al classico tavolo in legno?

Le risposte principali a questa domanda sono almeno due:

  • La luminosità: un tavolo in vetro temperato occupa con grande discrezione lo spazio a esso assegnato. Il piano di vetro di un tavolo è capace, in ugual misura, di farsi attraversare dalla luce e rifletterla.
  • Il semplice gusto estetico: i tavoli in vetro sono mobili estremamente eleganti, oggetti dal carattere raffinato. Caratteristiche, queste, esaltate ancora di più dalle forme sinuose del vetro curvato. È anche il caso dei tavolini per il soggiorno: dai uno sguardo, ad esempio a Tavolino da salotto in vetro curvato Dharma, al Tavolino in vetro curvato con ripiano Accademia, al Tavolino in vetro curvato Box o ancora Tavolino da salotto in vetro Virgola.

Ecco quindi che i tavoli in vetro diventano la scelta migliore da fare per arredare il soggiorno, la sala da pranzo o la zona giorno di una casa piccola. Anche se di dimensioni generose, un tavolo di vetro non si imporrà mai con prepotenza nell’ambiente, anzi aiuterà a renderlo più leggero e vivibile. Ancora di più se, oltre al ripiano, anche la base è di vetro, come ad esempio Basi in vetro curvato per tavolo in vetro Libro, la base Siddartha o Basi in vetro curvato per tavolo in vetro Tao.

tavolo in vetro temperato
Base in vetro curvato per tavolo in vetro Siddartha

Tavoli in vetro pratici e robusti come tavoli in legno

Uno dei più classici luoghi comuni sui tavoli in vetro riguarda la loro presunta delicatezza, che di fatto non esiste!

Quello generalmente utilizzato per la realizzazione delle basi in vetro è un vetro che ha subìto un particolare trattamento termico che, a parità di spessore, lo rende enormemente più resistente di un normale vetro. Senza contare poi che anche il processo di curvatura contribuisce a conferire forza e stabilità al vetro.

Ecco quindi che parlare della delicatezza dei tavoli in vetro è giustificato soltanto in riferimento alla loro pulizia, il loro vero tallone d’Achille!

Tuttavia va detto che sì, pulire i tavoli in vetro è un’operazione da svolgersi spesso, ma molto semplice. Con il metodo giusto è possibile pulire un tavolo in vetro facilmente e con ottimi risultati. Ecco come.

tavolino portariviste in vetro
Tavolino da salotto in vetro Virgola

Come pulire un tavolo in vetro?

La luminosità e l’eleganza dei tavoli in vetro è direttamente proporzionale alla facilità con cui questi si sporcano.

Cosa dire, ad esempio, delle macchie lasciate dal fondo di un bicchiere bagnato o delle fastidiose impronte di mani e dita?

Un’accurata ed efficace pulizia dei tavoli in vetro si divide in tre fasi:

  1. La prima cosa da fare è togliere accuratamente tutta la polvere dalla superficie di vetro. Il modo più semplice per farlo è utilizzando un panno elettrostatico che, a differenza del classico straccio, che non fa altro che spostare la polvere da un punto a un altro, la cattura attirandola a sé.
  2. Per la seconda fase entra in gioco il detergente da spruzzare sul piano in vetro e, successivamente, rimuovere accuratamente con un panno.
  3. Infine, per far risplendere il piano in vetro del tavolo, è il turno dello spray brillantante apposito.

Una valida alternativa ai classici prodotti commerciali per la pulizia del vetro, composti da sostanze chimiche che contribuiscono a inquinare l’ambiente domestico, può essere una soluzione fatta in casa, naturale al 100%. Produrla è semplicissimo: basta miscelare acqua e aceto in parti uguale e aggiungere qualche goccia di limone. Le macchie più ostiche possono essere sconfitte aggiungendo una parte di alcool.

tavolino-in-vetro-curvato-con-ripiano-accademia
Tavolino in vetro curvato con ripiano Accademia

Tavolo con ripiano in vetro senza aloni: come si fa?

Per evitare la formazione dei classici aloni, i peggiori nemici dei ripiani in vetro, è sempre meglio evitare di utilizzare degli sgrassatori generici, ma preferire un prodotto dedicato alla pulizia del vetro o del cristallo, il risultato sarà certamente migliore. Nel caso di macchie difficili può essere utile un primo passaggio con del detersivo per i piatti.

Un altro segreto per non lasciare aloni sul vetro, è eseguire le tra fasi della pulizia evitando che la luce del sole colpisca direttamente il tavolo.

Oltre che per i tavoli, questa strategia è adatta per la pulizia di qualsiasi superficie di vetro, quindi per i tavolini in vetro da salotto, per le mensole, per i tavoli in vetro curvato, così come anche per le finestre.

Se per la tua casa hai sempre desiderato un tavolo in vetro ma hai sempre rinunciato all’acquisto per timore che fosse troppo delicato e difficile da mantenere pulito, ora che hai letto questo articolo sai che è erano tutte paure infondate! Non rinunciare alla delicata raffinatezza di un tavolo in vetro, trova il tuo preferito nello shop online Infabbrica!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>