Arredare con il colore rosa: sfumature, stili e consigli per utilizzarlo

Se immaginavi il rosa come un colore adatto solo a caratterizzare la cameretta di una bambina, dovrai ricrederti: questo è, infatti, un colore delicato, sì, ma non privo di tonalità in grado di creare moltissimi stili e di prestarsi a molti abbinamenti.

Ecco un’utile guida per scoprire tutto su come arredare con il colore rosa: i suoi mille volti, i suoi abbinamenti perfetti, i trucchi per usarlo al meglio in arredo e gli errori da evitare.

lampada vintage rosa
Lampada vintage C1442

Colore rosa: descrizione, significato e abbinamenti

Ottenuto partendo dal rosso e aggiungendo il candore del bianco, il rosa è un colore che può assumere mille tonalità diverse ma che conserva, in ogni sua declinazione, alcune caratteristiche e regole di abbinamento quasi sempre valide.

Qual è il significato del colore rosa?

Il colore rosa rappresenta un amore appena nato e, rispetto al rosso, colore da cui deriva, risulta più delicato, gentile e femminile. In astrologia, il rosa è collegato al segno della Bilancia mentre, dal punto di vista psicologico, si tratta di un colore che calma e attenua i sentimenti primordiali, come la rabbia, l’aggressività e la passione.

Nel Feng-Shui il colore rosa rappresenta la creatività ed è scelto per ambienti in cui si desidera trasmettere quiete e dolcezza. Le principali emozioni trasmesse dal rosa sono la gentilezza, la protezione, l’affetto e l’amore.

Quali colori si abbinano col rosa?

Così come per l’abbigliamento, anche per l’arredo, i colori che meglio si accostano al rosa sono:

  • i neutri come il bianco, il nero e il grigio
  • il tortora
  • le sfumature dei metalli: dall’oro, all’argento, all’ottone
  • i più decisi come il verde, il blu cobalto o l’ottanio
  • il color carta da zucchero
letto singolo lilla
Letto singolo con testata Mila

Come arredare col Rosa e abbinarlo in casa

Il rosa può essere grande protagonista di ogni progetto d’arredo. Ecco qualche consiglio per inserirlo nel tuo stile preferito, stanza per stanza.

Perché arredare col rosa? Stili e ambienti

Il rosa è un colore femminile, è vero, proprio perché spesso le qualità che vi si associano sono prettamente collegate al gentil sesso. Questo non significa che si tratti di un colore adatto solo ad arredare le case delle donne single o le camerette delle ragazzine. Un tocco di gentilezza e delicatezza può giovare, infatti, a qualsiasi casa e, se dosato nel giusto modo, si presta a creare qualsiasi stile desiderato.

Se abbinato alle tinte scure, come il blu petrolio, il rosa si adatta alla perfezione ad ambienti moderni, mentre se scelto nella tonalità rosa antico e accostato alle sfumature del legno, diventa un must per un locale arredato in stile classico.

Nelle declinazioni pastello e cipria, poi, il rosa da forza allo stile shabby chic, mentre, se scelto in tinta rosa shock o fucsia e accostato al nero darà vita alla formula perfetta per creare un ambiente sensual kitch.

Per quanto riguarda le stanze, non bisogna fare l’errore di pensare che il rosa sia adatto solo alla camera da letto, perché, grazie alle sue tantissime tonalità, può essere scelto come colore dominante in qualsiasi ambiente.

tappeto moderno rosa
Tappeto salotto Handcarved

Ecco qualche esempio:

  • Una cameretta rosa è il sogno di ogni piccola principessa di casa
  • Una camera da letto rosa non è appannaggio esclusivamente femminile e se a una parete rosa si accosta un letto in ferro battuto, l’effetto sarà stupefacente. Ma lo stesso risultato lo si può ottenere anche con un letto imbottito color tortora come Pocket. Se si preferisce non osare con la pittura rosa sulle pareti, allora si può scegliere di limitare il colore alla struttura del letto, scegliendo una soluzione come il letto Mila.
  • Un bagno in rosa può essere sia un’opzione per il bagno riservato alle donne di casa, sia un bagno per tutti dall’anima elegante. La rubinetteria in acciaio e gli elementi di illuminazione in metallo saranno il tocco perfetto. Un esempio? La lampada vintage Lily in ottone per illuminare l’intera stanza e far risaltare il rosa delle piastrelle.
  • Una cucina rosa, con mobili in legno, restituirà un sicuro effetto shabby chic o country.
  • Un soggiorno con le pareti rosa può essere completato da un divano e un tavolino grigi, come ad esempio il tavolino con piano alzabile Brighton.

Arredare col rosa: errori da evitare

Il Rosa è un colore che offre grandi possibilità di personalizzazione, ma può tendere qualche trappola. Ecco i due principali errori da evitare se si arreda in rosa:

  • Scegliere la tonalità di rosa sbagliata per lo stile desiderato
  • Esagerare con il rosa e ottenere nient’altro che uno stucchevole effetto bomboniera. Per evitarlo sarebbe sufficiente personalizzare un ambiente neutro con particolari rosa, ad esempio un tappeto, come Handcarved. Oppure, viceversa, dedicare il rosa alle sole pareti, alle quali accostare arredi neutri, come questo tavolino bianco, ad esempio Cubik.

Tutte le sfumature del rosa più adatte all’arredamento

Il termine “rosa”, riferito al colore, non ha il plurale ed è un peccato, visto che di rosa non ne esiste uno, ma tantissime diverse tonalità e gradazioni. Facciamo una breve panoramica delle diverse tonalità di rosa, con qualche consiglio su come e dove utilizzarle in arredo. 

arredo con parete rosa salmone

Rosa antico scuro o chiaro

Il rosa antico è sempre più in voga in arredo, a dispetto dell’aggettivo che fa parte del suo nome. Il motivo del termine “antico”, infatti, è da ricercare nel fatto che questo colore è stato trovato all’interno di rocce antichissime, tanto da essere considerato il colore più antico di tutti.

Il rosa antico, soprattutto nelle tonalità più scure, è l’ideale per creare ambienti classici e molto raffinati. Il verde bosco, salvia o il blu intenso, insieme al borgogna sono tutti colori che si abbinano al rosa antico in ambienti classici ma ricercati, mentre per uno stile più moderno, l’abbinamento alle tinte metalliche è sempre una certezza.

Rosa pastello

I colori pastello si sposano sempre alla perfezione tra di loro e il rosa non fa eccezione. Per evitare il temibile effetto bomboniera, qualora si decida di dipingere una parete rosa pastello, il consiglio ideale è accostare, sulla parete attigua, una carta da parati con fantasia abbinata, oppure un mobile bianco, come la consolle 1 Cassetto, che rendano tutto più neutro.

Rosa confetto

Il rosa confetto è una tonalità molto simile al pastello ma da usare con parsimonia perché, in quantità eccessiva, espone altamente all’effetto Barbie!

lampada a sospensione rosa
Lanterna vintage C1750

Rosa cipria

Il rosa cipria è un colore sempre molto raffinato ed elegante. Per afferrarne l’essenza, basta pensare alle origini del suo nome, che si rifanno proprio a Cipro, l’isola considerata la terra di Venere, dea della bellezza.

Scegliere il rosa cipria per il proprio arredo può essere una strategia forte, nella quale il colore è destinato a mobili e a pareti, oppure più soft, in cui a tende e cuscini di questo colore, ad esempio, si abbinano complementi di illuminazione come la lampada a sospensione vintage C1442 oppure la lanterna vintage C1750 color cipria, dal look industrial.

Hai trovato la sfumatura di rosa giusta per la tua personalità e la tua casa? Ora che hai scoperto tutti i segreti per arredare con il rosa, divertiti a trovare gli elementi di arredo adatti alla tua casa nello shop di Infabbrica: qualità Made in Italy e stile ti aspettano per realizzare il tuo progetto… In rosa!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>